Quaresima 2020

* Quaresima 2020 *

Carissimi fratelli e sorelle,

condividiamo il nostro bollettino parrocchiale che segna l’inizio della Quaresima!
Vi invitiamo a leggere nel dettaglio le varie novità e opportunità che questo mese porta con sè!

  • INIZIO DI QUARESIMA: LETTERA AI PARROCHIANI
  • 26/02/2020: MERCOLEDI’ DELLE CENERI
  • 08/03/2020: FESTA DELLA DONNA

 

 La Parola di Dio ci apre
il cammino verso la Pasqua

Iniziamo di nuovo un cammino importantissimo per la nostra vita, un momento di particolare ricchezza per la nostra fede: la Quaresima. Questo tempo, si dice sempre giustamente, è tempo di “conversione“. Cosa vuol dire? Significa che siamo chiamati tutti in un modo speciale ad aprirci a Dio, sapendo che Lui è già presente e all’opera nella nostra vita. “Conversione” è guardare a Lui, cercare Lui, tornare a Lui… partendo da dove ci troviamo in questo momento e facendo alcuni passi verso di Lui.

         Dio ci offre di vivere una relazione con Lui più profonda e autentica, una relazione di amore che non può che essere di grande aiuto per noi. Per questo, come in tutte le relazioni umane, Dio ci chiede di ascoltarlo e di parlargli, di mettersi in un ascolto più attento… innanzitutto per percepire quanto Lui veramente ci ama e ha fiducia in ciascuno di noi.

         La Quaresima quindi è innanzitutto tempo di incontro e di dialogo col Signore; dialogo a cui potremmo dedicare uno spazio, anche piccolo, ogni giorno. Per vivere questo dialogo vorremmo proporre a tutti di cogliere l’opportunità che il nostro Vescovo Giovanni ha voluto offrire a tutta la nostra Chiesa di Prato, cioè la lettura e la riflessione su alcuni brani degli Atti degli Apostoli che ci aiutano a comprendere meglio il nostro essere cristiani e il nostro essere Chiesa, cioè comunità dei figli di Dio. Il Vescovo ha sottolineato quanto sia importante che ci apriamo alla Parola di Dio per avere luce vera sulla nostra vita, per trovare coraggio e più forza per amare il prossimo, cominciando da chi ci è più vicino…

         Ecco che allora in questa Quaresima, a partire già da questa domenica e per ogni settimana, offriremo a tutti i membri della nostra comunità una piccola scheda, una sintesi delle riflessioni che ci offre il nostro Vescovo. Questa scheda ha lo scopo di aiutarci nell’ascolto della Parola e nel dialogo con Dio e tra di noi, in famiglia, nei gruppi, nei vari settori della vita parrocchiale. Siamo tutti invitati ad approfittarne in modo semplice ma perseverante, da ora fino alla Pasqua.

         Il Vescovo ci invita anche a un momento speciale con lui: lunedì 24 febbraio, alle ore 21,15, presso la parrocchia di Reggiana ci chiama a passare un’ora con lui per vivere insieme una lectio divina, cioè un momento di lettura e ascolto comunitario della Parola di Dio che lui stesso come Vescovo guiderà per noi. Questo incontro è dedicato a tutti i fedeli delle parrocchie del nostro Vicariato Sud-Ovest, e rappresenta come un inizio del cammino di ascolto che vivremo per tutta la Quaresima.

Mercoledì 26 – LE CENERI,
INIZIO DEL TEMPO DI QUARESIMA    

         «Questo della Quaresima che ha inizio con la liturgia delle Ceneri – ha detto Papa Francesco – è un tempo per avvicinarci di più al Signore». Del resto, ha spiegato, lo dice la parola stessa, poiché Quaresima significa “conversione”. «Convertitevi, cambiate vita, avvicinatevi al Signore». Questo, ha spiegato, «è l’invito della Quaresima: sono quaranta giorni per avvicinarsi al Signore, per essere più vicini a lui. Perché tutti noi abbiamo bisogno di cambiare la vita». Ed è inutile dire: «Ma padre, io non sono tanto peccatore…», perché «tutti abbiamo dentro qualche cosa e se guardiamo nella nostra anima troveremo qualche cosa che non va bene, tutti». La Quaresima dunque «ci invita ad aggiustare, a sistemare la nostra vita» ha precisato il Papa. Ed è proprio questo che ci consente di avvicinarci al Signore. Egli è pronto a perdonare. «“Io ti cambio l’anima”: questo ci dice Gesù. E cosa ci chiede? Di avvicinarsi. Di avvicinarsi a lui. Lui è Padre; ci aspetta per perdonarci. E ci dà un consiglio: “Non siate come gli ipocriti”». Lui vuole un avvicinamento sincero, vero. Invece cosa fanno gli ipocriti? Si truccano. Si truccano da buoni. Fanno la faccia da immaginetta, pregano guardando al cielo, facendosi vedere, si sentono più giusti degli altri, disprezzano gli altri». E si vantano di essere buoni cattolici perché hanno conoscenze tra benefattori, vescovi e cardinali. «Questa è – ha sottolineato – l’ipocrisia. E il Signore dice no», perché nessuno deve sentirsi giusto per suo giudizio personale. «Tutti abbiamo bisogno di essere giustificati – ha ripetuto il Vescovo di Roma – l’unico che ci giustifica è Gesù Cristo. Per questo dobbiamo avvicinarci: per non essere cristiani truccati». 

8 marzo – festa della donna

Le prime parole del nuovo anno 2020 di Papa Francesco sono state proprio per la donna. Il Papa ha ricordato la centralità del ruolo femminile nel mondo perché “senza la donna non c’è salvezza”. Egli ancora afferma: “Le donne sono fonte di vita, e ogni violenza inferta alla donna è una profanazione di Dio, nato da donna. Dal corpo di una donna è arrivata la salvezza per l’umanità. È la carne più nobile del mondo, ha concepito e dato alla luce l’Amore che ci ha salvati!”.

 

         Con queste bellissime parole di Papa Francesco auguriamo a tutte le donne una gioiosa festa, che aiuti tutti, uomini e donne,  a stimarsi davvero gli uni gli altri.

 

RICORDIAMOCI DI CONDIVIDERE SUI SOCIAL NETWORKS

TRAMITE I BOTTONI A FONDO PAGINA!

* COMUNICARE *

 


E come sempre…

CONDIVIDETE!!!

Rispondi